Una legge irresponsabile

Il Tirreno

Per Carlesi: «Compito del governo è fermare l’immigrazione irregolare, compito del sindaco è tutelare la salute dei cittadini. È quanto meno da irresponsabili, consentire ai medici di denunciare i pazienti privi di permesso di soggiorno e incutere negli stessi stranieri la paura di rivolgersi a una struttura sanitaria o a un normale ambulatorio». Si riassume in questo la netta contrarietà del candidato alla norma che di fatto pretende di trasformare in delatori i medici che si trovano a curare un immigrato senza permesso di soggiorno. «Non possiamo correre il rischio che le persone ormai giunte nel nostro Paese finiscano per rivolgersi a strutture sanitarie a loro volta clandestine o, peggio, per tenere nascosta una loro malattia». Nel caso di malattie contagiose o di epidemie «ci troveremmo di fronte a una situazione decisamente pericolosa in una città come Prato, che presenta numeri ben più alti di quelli registrati altrove sul versante dell’immigrazione, compresa purtroppo quella irregolare». «L’impegno contro la clandestinità mi trova d’accordo – conclude Carlesi – Lavorare per un’immigrazione regolare e rispettosa delle leggi richiede ben altri sforzi e una presenza dello Stato che non può scaricare sui medici, contro la loro deontologia, quello che a Prato, per esempio, è il forte bisogno di personale ispettivo specializzato».

Cosa ne pensi?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.