Taccuino

Il Tirreno

CARLESI, PD «Su etica e riduzione dei costi della politica, chiunque mi chiami in causa sfonda una porta aperta». Lo stesso per quel che riguarda più nel dettaglio la “questione morale” sollevata dai candidati della sinistra. Massimo Carlesi lo riafferma ricordando di avere già proposto e di continuare a proporre, nei vari incontri, alcuni punti fermi, quali «il costi della politica, per recuperare risorse da investire in città, razionalizzando il funzionamento delle istituzioni e riducendo il numero degli assessori e quello degli amministratori di società ed enti partecipati». Etica, poi, è parola che con legalità e lavoro fa parte dello slogan scelto dal candidato sindaco per la sua campagna. Non solo. Carlesi ricorda anche che, se sarà sindaco, non seguirà logiche spartitorie né cederà a pressioni di varia natura. «Ripeto – dice – che sceglierò i miei collaboratori senza timori, per dare alla città una giunta di persone di grandi qualità che lavorino per il bene di Prato».

Cosa ne pensi?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.