Sfida aperta per le primarie

La Nazione

Carlesi propone il sostegno del Comune ai gruppi d’acquisto solidale, per permettere alle famiglie di fronteggiare la crisi e il carovita. «Uno dei problemi dei gruppi d’acquisto — ha detto — è di carattere logistico. Spesso non sanno dove stoccare le merci e neppure dove ritrovarsi. Il Comune non ha spazi ma, ma se diventerò sindaco, mi accorderò con circoli e parrocchie per mettere a disposizione tanti spazi che al momento sono inutilizzati». Chi metterà a disposizione i locali vedrà riconoscersi lo sforzo da parte del Comune. Nessuna spesa, invece, per i gruppi. «Il Comune — ha aggiunto — sarà a disposizione, con i suoi mezzi, l’informatica e i suoi uomini, per campagne di comunicazione e di visibilità, in modo tale da rendere sempre più numerosi i gruppi e i loro aderenti. Il sostegno convinto ai gruppi d’acquisto solidale e piccoli atti concreti da parte del Comune possono rendere meno dura la vita delle famiglie in tempi di crisi. Non solo: permetteranno di prendere sul serio l’idea di “filiera corta”, a vantaggio di prezzi, genuinità e produttori locali. Senza contare che — ha concluso —, in tutto questo, il Parco agricolo della piana assumerà una sua rilevanza, offrendo anche opportunità di lavoro».

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.