Massimo «Sceglierò la giunta in piena autonomia»

Carlesi ribadisce che il programma è un impegno preso con la città

Il Tirreno – Prato;

È un Massimo Carlesi che parla a ruota libera, quello intervenuto a un incontro pubblico al circolo di Santa Lucia, e che dice con forza che la sua «autorevolezza deriva dalle oltre 6500 persone che mi hanno scelto alle primarie». «Su certi punti, come la trasparenza della pubblica amministrazione e il taglio dei costi della politica, non si torna indietro – ha risposto a un partecipante – Il tema della trasparenza non è un semplice enunciato ma viene articolato ed espresso nel programma che ho sottoscritto. Il programma è il vero impegno di un sindaco con la sua città» ha proseguito.

Sta di fatto che, stanti queste premesse, a tre punti Massimo Carlesi non rinuncerà. «Sceglierò gli otto assessori, e quattro come sappiamo saranno donne, in piena autonomia e indipendenza». Il secondo: «Buona politica e buona ammistrazione, più che mai in questa fase delicata, passano attraverso un taglio dei loro costi», compreso quello per il direttore generale, figura che non troveremo nel Comune dei prossimi mesi, oltre a una complessiva «riduzione dei costi della dirigenza». In tal senso sarà rivista l’organizzazione del municipio, con dirigenti che dovranno attenersi alle indicazioni della giunta e degli assessori. A questi ultimi, il sindaco chiederà impegno e capacità, affinché nessuno si sostituisca loro in un ruolo improprio. Terzo: «Le Circoscrizioni avranno più risorse finanziarie e un ruolo attivo nella partecipazione dei cittadini e nel risolvere i loro problemi, a cominciare dalla manutenzione delle strade».

E a proposito di lavori stradali, il candidato sindaco del centrosinistra ha assicurato che «quelli sulle principali arterie saranno fatti di notte o durante il periodo estivo». «So bene che daremo fastidio a qualcuno nelle ore notturne ma i lavori saranno più rapidi e le persone capiranno anche perché non saranno più assediate dal traffico o da cantieri aperti troppo a lungo durante la giornata».

Cosa ne pensi?

  1. Emanuele Ferrara » 29 May 2009, 12:47 · #

    Ieri sera al Museo Pecci i tre candidadi a sindaco più accreditati Carlesi-Cenni-Milone hanno risposto ad alcune domande sui temi più stringenti del momento che interessano i pratesi.Accanto a me alcuni giovani, intolleranti e volgari, invece di ascoltare, si sono lasciati scappare invettive ed insulti verso il candidato Massimo Carlesi,che è stato ripetutamente interrotto. Più volte la moderatrice della Nazione ha tentato di calmare gli animi, ma ogni qualvolta che Carlesi cercava di argometare, sistematicamente veniva interrotto. Questo ignobile comportamento non si è ripetuto quando a prendere la parola sono stati gli altri candidati.Ho potuto cogliere di persona, quanto odio, quanto rancore, quanta cattiveria cova nell’animo dei sostenitori del Sig. Cenni, e mi domando perchè tutta questa rabbia, tutto questo livore, tutta questa arroganza. Poi offeso dalla volgarità e dalla bassezza degli interventi filo-razzisti dei candidati Cenni e Milone, ho lasciato la sala prima delle conclusioni alquanto indignato.Ieri sera abbiamo avuto la dimostrazione di cosa è il Berlusconismo.L’arroganza, la prepotenza l’invettiva becera e volgare sono le armi della destra che hanno infettato anche la città di Prato.Questi signori del PDL il cosiddetto (“Popolo della Libertà”) che si sentono ferventi cattolici, che si comunicano tutte le domeniche,che si esaltano davanti alle proposte razziste dei propri candidati, sono gli stessi che condannerebbero per la seconda volta Gesù se questi tornasse nuovamente sulla terra in cerca di accoglienza, vestito da extracominitario. Perchè la loro cultura non si basa sulla solidarietà al prossimo, la loro cultura non si fonda sugli insegnamenti del vangelo, essi sono esattamente oggi come erano i farisei duemila anni orsono. Per questo vanno cambattutti con le armi della ragione e del buonsenso, e spero che nei pochi giorni che ci separano dal voto, il nostro candidato Massimo Carlesi, faccia emergere quello che è emerso ieri sera, il vero volto della destra, intollerante, prepotente, e profondamente razzista! Sosteniamo convintamente il nostro Candidato Massimo Carlesi. Saluti a tutti.

  2. Emanuele Ferrara » 1 June 2009, 22:08 · #

    L’aspetto peggiore del comportamento di Berlusconi non è il fatto che sia un autentico buffone e nemmeno che frequenti ragazze minorenni abusando della sua posizione per offrire loro lavoro come modelle o per candidarle al parlamento europeo. La cosa più incredibile e per molti insopportabile è che con il suo assoluto disprezzo per la verità, questo indegno personaggio sia riuscito a contagiare milioni di italiani che lo osannano, lo stimano, credendolo onesto e leale. Si tratta invece di un volgare imbroglione, di un millantatore, di un grande fuorilegge che avendo molti scheletri nell’armadio e temendo i giudizi dei tribunali, si è fatto fare le leggi ad personam che lo tutelano dai numerosi reati che egli ha sicuramente commesso.Ma il clima sta cambiando e spero vivamente in una inversione di tendenza che dia slancio alle proposte ed alle idee del PD, un partito nato per dare speranza alle nuove generazioni, un partito di massa che si faccia carico dei gravi problemi che interessano la gente in carne e ossa un partito che sia punto di riferimento ideale e morale per i lavoratori, le donne e gli uomini di questo paese.

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.