Il Papa ricorda Prato all'Angelus

«Il fatto che Benedetto XVI, all’Angelus, abbia ricordato la difficile e urgente situazione di Prato, deve esosrtarci a continuare sulla strada dell’unità, nell’affrontare la gravissima crisi che stiamo vivendo». Lo ha detto Massimo Carlesi (Pd), candidato sindaco di Prato per il centrosinistra.

«Al di là delle singole convinzioni personali e ferma restando la laicità dello Stato, l’autorità morale del Papa, che ha esortato la politica e il mondo produttivo a un comune impegno per tutelare i lavoratori e le loro famiglie, chiama in causa anche il Governo nazionale che, adesso, non ha più alibi – ha sottolineato Carlesi – Il Governo deve fare la sua parte, come la stanno facendo gli enti locali, gli imprenditori, le categorie e i lavoratori pratesi».

Carlesi ha aggiunto, tornando sulla mobilitazione di sabato, che «dobbiamo coinvolgere anche quelle parti della città e del distretto che, per una ragione o per l’altra, non hanno partecipato. Più persone, più forze sociali, più categorie presenteranno le istanze per affrontare l’oggi – ha precisato – e più incisiva sarà la lotta del distretto, sia nell’affrontare questo momento che per gettare le basi del suo sviluppo futuro».

«Per quanto mi riguarda – ha concluso – ribadisco la mia piena disponibilità a incontrarmi con tutti, con il maggior numero possibile di cittadini, lavoratori, associazioni, e a prestare ascolto a ogni diversa sensibilità».

Cosa ne pensi?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.