Da Vergaio un coro: «Uniti per vincere»

Assemblea del centrosinistra per decidere la nuova strategia

Busseremo di porta in porta alla ricerca di chi ha scelto di non andare a votare o di chi c’è andato ma ha scelto la scheda bianca (1522 a Prato). L’assemblea del centrosinistra al circolo di Vergaio dello scorso mercoledì sera ha rappresentato una sorta di chiamata alle armi di tutti i militanti e non per cercare di dare il massimo in questi giorni che ci separano dal voto per il ballottaggio. «C’era un clima positivo – commenta Ambra Giorgi – la voglia di vincere si toccava con mano. L’obiettivo è quello di avere incontri più capillari con la gente per convincere gli astenuti. Restando uniti ce la possiamo fare».

E’ stata l’occasione anche per riorganizzare la macchina elettorale: i comitati di Carlesi e Gestri sono stati riuniti. A coordinarli ci penserà un miniesecutivo composto dalla stessa Giorgi, da Fabrizio Mattei, Antonio Napolitano, Emiliano Citarella e Virgilio Chiani. Presente all’assemblea di Vergaio anche il presidente della Regione Toscana, Claudio Martini, che ha deciso di sostenere in maniera più incisiva i due candidati a sindaco e a presidente della Provincia. La posta in palio, ormai è chiaro, è davvero alta. Perdere Prato per il Pd sarebbe uno smacco storico. E da ieri il presidente Martini si è messo al lavoro al comitato elettorale di via Muzzi. Nei prossimi giorni si rifacciano vedere a Prato i big già visti nelle settimane scorse. Nomi per ora non se ne fanno, ma è chiaro che tutte le cartucce a disposizione devono essere sparate in questi nove giorni che mancano al voto. Anche per non avere, un domani, spiacevoli rimorsi.


Cosa ne pensi?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.