Carlesi: «Sui cinesi Cenni dica da che parte sta»

Il Tirreno – PRATO.

È uno sguardo proiettato sul futuro del distretto, con le complicazioni sociali che arriveranno nei prossimi mesi per l’aumento dei lavoratori cassintegrati e in mobilità, quello lanciato dal candidato a sindaco Pd Massimo Carlesi, al circolo “I Risorti” alla Querce.

Sotto i riflettori la crisi con gli interventi del parlamentare Andrea Lulli che ha aperto la serata criticando le ricette di politica economica del governo, mentre Carlesi ha lanciato una proposta per agire, presto, anche in deroga ai criteri Isee e al patto di stabilità, per tamponare l’emergenza annunciata per i prossimi mesi. «Dobbiamo agire presto prima che il sentimento di paura nel futuro, oggi diffuso in città, ci blocchi, scoraggiando la voglia di investire sul territorio.
Occorre dare risposte subito e in tempi brevi ai cittadini, rimotivando coloro che sono tentati di non andare a votare. Per questo d’ora in avanti si faranno meno riunioni al chiuso, uscendo dalle sedi del partito per andare a incontrare la gente».

E sulla crisi del distretto, Carlesi ha ricordato che «ci sono capitali pratesi congelati nelle banche perché gli imprenditori hanno paura a investire. Dobbiamo riuscire a offrir loro stimoli ma anche pretendere un reale interesse per la città». Sul versante della legalità e del rispetto delle regole ha denunciato ancora «le responsabilità del Governo su Prato, con la cronica carenza di organici nel personale di forze dell’ordine, ispettorato del lavoro, Inps e Inail».

Infine, un invito all’avversario Cenni, candidato del centrodestra: «Deve dire una volta per tutti se vuole l’emersione delle ditte cinesi. Tra i suoi sostenitori ci sono imprenditori che affittano capannoni agli orientali. Forse a qualcuno interessa che i controlli sulle aziende fuori regola non vengano fatti? Non si può fare una politica buonista, ma bisogna dichiarare apertamente da che parte si sta. Se si sta con chi permette tutto o si sta con chi, come la Lega, propone strumentalmente di far tabula rasa».

-

Cosa ne pensi?

  1. Emanuele » 18 April 2009, 16:11 · #

    Bravo Carlesi! Bisogna uscire dalle stanze ed incontrare la gente nel territorio. Io ti sosterrò, farò la mia parte, cercherò di diffondere il tuo programma il più possibile, perchè Prato non deve passare nelle mani dell’arroganza e della prepotenza! Prato ha tutte le potenzialità per riuscire a superare questa fase critica, ma bisogna impegnarsi tutti con grande serietà, nella consapevolezza che il voto al candidato
    democratico Massimo Carlesi, è il viatico per aprire una nuova stagione
    di sviluppo per l’intera città, faccio
    pertanto appello a tutti coloro i quali credono ancora nel bene comune e nella fratellanza,affinchè non disperdano il loro voto! Stiamo in guardia amici e compagni di Prato,sosteniamo il nostro candidato Carlesi, senza rancori o tentennamenti,
    qui c‘è in gioco il futuro della nostra città, qui c‘è in gioco il futuro dei nostri figli.

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.