Carlesi: "Stati generali della Cultura entro un anno"

La Nazione – Prato;

«Nel giro di un anno organizzeremo gli Stati generali della cultura pratese». L’annuncio è del candidato sindaco del centrosinistra, Massimo Carlesi, che prosegue: «C’è bisogno di produzione culturale, capace d’attrarre attenzioni su Prato in maniera tale da sostenere l’immagine della città e della sua economia in Italia e fuori e, al tempo stesso, intercettare flussi di persone, provenienti anche dalle realtà vicine, quali presenze nei nostri negozi, nei ristoranti e negli alberghi».

«Parlare di cultura vuol dire toccare più ambiti e, di conseguenza, mettere a fuoco ruoli diversi per l’amministrazione comunale – ha proseguito Carlesi – A proposito di cultura “prodotta”, ricordo che questo è uno dei ruoli primari del Pecci ed è il primo dei compiti del Metastasio. Il patrimonio cittadino d’istituzioni e associazioni culturali è però più vasto».

Secondo il candidato sindaco sulla cultura il Comune dovrà tenere presenti due punti. «Il primo — ha detto — è la consapevolezza che sarebbe sbagliato, in un momento di crisi, tagliare risorse alla cultura. Il secondo e non meno importante riguarda il modo con il quale opereremo nei confronti dei diversi soggetti».

Ecco in sintesi alcune idee: risorse e deleghe alle circoscrizioni per raccordarsi con l’associazionismo culturale presente in città; fare della nuova biblioteca Lazzerini «un luogo d’incontro e di confronto tra culture e un deposito vivo della tradizione pratese»; confermare con Officina Giovani e altre operazioni la linea fin qui seguita dal Comune riguardo le politiche giovanili. Carlesi pensa anche di «conferire ad alcune associazioni culturali un ruolo di raccordo tematico, come nel caso di una ritrovata Guido Monaco che potrebbe divenire il raccordo di tutti coloro che operano nel campo della musica classica».

Infine, ecco l’agenda odierna del candidato sindaco: stamani volantinaggio al Soccorso; alle 13 incontro con il candidato del Pd alle europee Con David Sassoli all’azienda Massimo Melani; alle 21.15 incontro sul tema della laicità dello stato al comitato di via Muzzi, con Gianni Cuperlo e Antonello Giacomelli.

Cosa ne pensi?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.