Carlesi: «Il Comune deve aiutare di più i circoli e i gruppi sportivi delle frazioni»

Il Tirreno

«Prima di tutto voglio rivolgere un grande ringraziamento, che non è di circostanza ma è bene sentito, al circolo nel quale siamo stati ospiti». Così Massimo Carlesi, all’indomani della cena di sottoscrizione al circolo Arci Degli Innocenti di Galciana che ha visto la presenza di circa 200 persone. «Siamo andati ben oltre l’attesa, ma grazie alla collaborazione del circolo ce l’abbiamo fatta». A tutti, il candidato sindaco ha ricordato l’importanza dell’associazionismo e degli spazi comuni di frazioni e paesi che compongono la città. «Circoli, parrocchie, gruppo sportivi sono luoghi di fondamentale importanza dal punto di vista sociale, ricreativo e sportivo – ha detto il Carlesi – dei quali l’amministrazione comunale deve tenere conto. Anche perché possono rappresentare sempre e comunque luoghi di servizio per le diverse frazioni, dotandosi di ambulatori e centri prelievi e offrendo spazi, come già fanno, all’associazionismo».
«Il Comune deve prendere atto anche delle difficoltà di questo mondo, che derivano dalla crisi in atto e da quella di Prato in particolare – ha continuato Carlesi – Quando occorre, di conseguenza, non deve fare mancare il suo appoggio sia dal punto di vista finanziario sia da quello della concessione di altre sedi e spazi».

«Sono ben contento che l’Italia dei valori abbia promosso, come vengo adesso a sapere, l’installazione delle fontanelle dell’acqua. Ribadisco la mia intenzione e il mio pieno sostegno all’iniziativa e non posso che chiedere che il Comune provveda al più presto a darle seguito concreto».

Cosa ne pensi?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.