Carlesi con Giovanni Bachelet

Scrosci di applausi, lunedì sera, e un momento di riflessione sulla figura di Vittorio Bachelet, vittima delle Brigate Rosse, hanno dato il benvenuto all’onorevole Giovanni Bachelet, in una sala dell’Art Hotel gremita.

Il candidato sindaco di Prato della coalizione di centrosinistra, Massimo Carlesi, ha fatto gli onori di casa aprendo il dibattito con un richiamo ai valori del 25 aprile e al primo articolo della Costituzione, prendendo spunto dal libretto multilingue (rumeno, russo e cinese) realizzato un anno fa per il 60º anniversario della Carta.

Molto apprezzate le parole di Giovanni Bachelet, membro della commissione Cultura della Camera dei deputati, con il quale hanno interagito molte persone intervenute. «L’approccio all’immigrazione del Governo rischia di far perdere le nostri radici cristiane e costituzionali. Per questo – ha ricordato Bachelet – dobbiamo porci la sfida di una società multietnica: non si tratta di una politica che fa perdere voti, ma di un passaggio obbligato nel mondo che viviamo oggi».

Cosa ne pensi?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.