A Chiesanuova un sacrario militare

Massimo Carlesi; “A Chiesanuova un sacrario militare”
Il Tirreno -Prato.

Il secondo quadro del cimitero comunale della Chiesanuova, custode delle spoglie dei caduti delle due guerre mondiali e dei partigiani pratesi, assumerà le caratteristiche di un vero sacrario. Lo ha detto il candidato sindaco del centrosinistra, Massimo Carlesi, al presidente provinciale dell’Associazione partigiani d’Italia, Ennio Saccenti.

L’occasione, sabato scorso, è stata la deposizione di una corona da parte di Carlesi ai piedi del monumento, restaurato dall’Anpi, che reca i nomi dei martiri pratesi della libertà.

«Puliremo e restaureremo le tombe dei caduti della grande guerra, quelle dei soldati morti durante il secondo conflitto mondiale e le lapidi con nomi e fotografie dei nostri partigiani – ha spiegato Carlesi – Al termine di questo intervento, racchiuderemo il quadro con una bassa recinzione, un po’ come nei cimiteri anglosassoni, in maniera tale che chi è interessato a visitarlo possa farlo senza problemi e che, al tempo stesso, nessuno se ne serva come semplice camminamento verso le altre tombe».
A proposito del cimitero di Chiesanuova, il candidato sindaco ha osservato che «un luogo della memoria deve rimanere tale ed essere fruibile, leggibile. Una volta sistemato il quadro con i caduti, passeremo a un restauro complessivo e duraturo dell’intera parte monumentale».

Cosa ne pensi?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.