«Sostegno alle imprenditrici e 4 assessori "rosa"»

Il Tirreno – Prato;

Il candidato sindaco del centrosinistra Massimo Carlesi, rassicura elettrici e simpatizzanti: «Ho detto e ripeto che 4 assessori su 8 saranno donne e posso dirvi che saranno tutte deleghe pesanti, non fosse altro che in ragione della riduzione degli assessori e dell’accorpamento di competenze». Non solo. Il candidato Pd rilancia: «Ci sarà una parità effettiva anche nelle nomine in enti e società e mi adopererò subito affinché la presenza femminile sia una presenza di primo piano e di primaria importanza».

Davanti a una folta platea, per l’incontro “*Come vi pare purché pari*”, il candidato sindaco ha fatto il punto sulle sue proposte. All’iniziativa, che si è svolta al comitato elettorale di via Muzzi, erano presnti il vicepresidente della Regione, con delega alle pari opportunità, Federico Gelli, e Ambra Giorgi presidente della commissione regionale cultura e turismo.

Il vicepresidente, in particolare, ha ricordato che Prato è la terza città in Toscana per numero di imprese condotte da donne. E al proposito Massimo Carlesi ha posto l’accento su due punti. Il primo riguarda il sostegno, in una fase difficile, alle imprenditrici che, «nonostante la crisi e tutti gli sforzi prodotti, anziché un aiuto dal governo si vedono recapitare centinaia di cartelle Inps proprio in questi giorni».
Il secondo aspetto è tutto al femminile. «Ci sono decine d’imprese condotte da donne, in questa città, che hanno dato vita ad asili nido, convenzionati col Comune, e a un sistema integrato pubblico-privato che funziona benissimo – ha detto – Si tratta di un servizio di donne e per le donne, sulle quali grava gran parte del peso della conduzione della famiglia. Ebbene – ha annunciato – la politica dei crediti per accedere a queste strutture continuerà e sarà completata».

Cosa ne pensi?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.