«Sì ai kebab in centro storico. Ma solo di qualità e in regola»

La Nazione

PIÙ ESPLICITO il sì ai kebab di Carlesi, anche se il candidato non manca, come i suoi avversari, di vincolare il via libera al rispetto di norme sulla qualità commerciale e ambientale: «E’ difficile fare un’ordinanza selettiva, perché le ordinanze prima di tutto devono definire i criteri igienico sanitari e le regole da seguire. Scegliere quali esercizi possono stare in centro e quali no non è corretto, senza considerare che ci sono anche tanti cittadini che apprezzano altre cucine». Grande attenzione però sul fronte dei controlli: «Occorre essere molto determinati, semmai, nelle ordinanze che regolano la qualità e chiudere i locali che non rispettano le regole — aggiunge il candidato Pd — L’importante è stabilire le condizioni di partenza come fa il regolamento comunale. Per quanto mi riguarda, poi, mi preoccupano più gli internet point dei kebab, perché è più facile aggirare le normative».

Cosa ne pensi?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.